IL TEMPO RITROVATO

Non saper stare in tutto ciò che ci sfugge […] si trasforma in una sorta di delirio di onnipotenza, che non fa bene, e che non ci aiuta di certo a sconfiggere quello che ci fa male. Anzi, crea nemici dove non ci sono, crea fronti e sensi di appartenenza che si producono per differenziazione, che sono privi di compassione, di sentire, di possibilità reali di stare dove qualcosa fallisce, viene meno.”
(H. Marcuse)

Le risposte non vengono ogniqualvolta sono necessarie, come del resto succede spesse volte che il rimanere semplicemente ad aspettarle sia l’unica risposta possibile.
(J. Saramago)


Tentando di nuotare controcorrente e, volendo peccare per una volta di eccessivo ottimismo, abbiamo scovato almeno uno degli aspetti di positiva novità che la pandemia ci sta forzatamente offrendo in dono: il tempo.
È un tempo che ci è sempre appartenuto, ma veniva metodicamente sommerso da lavori, scadenze, impegni mondani e altri inganni.
È un tempo che oggi torna però in superficie, un po’ come quello di Marcel, che nell’ultimo volume della sua Recherche, ricorda il proprio passato e lo rivive in un modo nuovo: ogni avvenimento, ripensato in un presente futuro, assume un significato diverso rispetto a quello originale, ogni volta è un tempo ritrovato.
Potrebbe allora capitare di fermarci per un momento e riviverne altri mille, sentendoci travolti da un susseguirsi di ricordi, risvegliati da oggetti riemersi dalle nostre soffitte, o da qualche scatola mai riordinata, come vecchi vinili, videocassette, libri, o fotografie… cosa farcene di questo baule sepolto sul fondo del mare?

Abbiamo pensato di farlo riemergere, rispolverarlo e trasformarlo in un dialogo con persone a noi care.

Prende forma così l’ultima iniziativa targata CSCP, un podcast con professionisti/amici che si racconteranno attraverso la riscoperta di alcuni oggetti (sommersi o venuti a galla) che ci trasporteranno nel loro tempo: passato, presente o futuro, comunque ritrovato.

“Il tempo ritrovato” è un podcast con Ilaria M.A. Benzi e Silvia Valadè.
Regia e montaggio di Alberto Milesi.

 

🎧PUOI ASCOLTARLO AI SEGUENTI LINK:

SPOTIFY: https://bit.ly/ITR000

SPREAKER: https://bit.ly/spreakerITR0

Presto potrai trovarci anche su Google Podcast!

📚Qui potrai trovare il libro di Julio Cortázar “Storie di cronopios e famas”: https://bit.ly/3b9fStw